Cannabis CBD light

Nell’ultimo periodo sono spuntate come funghi tantissime nuove aziende che commercializzano fiori di Cannabis con percentuali di CBD pari o superiori al 20% e, nonostante il mercato sia giovane, abbiamo giá assistito a speculazioni e falsitá che altro non fanno che danneggiare clienti e commercianti.

Cerchiamo di chiarire cosa sono e come funzionano le percentuali dei principi attivi contenuti nei fiori essiccati di Cannabis.

Come un intenditore di vino non sceglie cosa bere valutando solo la percentuale alcolica, anche chi vuole scegliere un buon fiore di cannabis CBD non puó basarsi esclusivamente sulle percentuali dei cannabinoidi presenti, ma bensí su una serie di fattori, primi fra i quali il profumo e l’aspetto.

Il THC (Tetraidrocannabinolo), responsabile dell’effetto psicoattivo, nei fiori attualmente venduti in Italia é presente in percentuali bassissime (0,2-0,5%).
Il CBD (Cannabidiolo) é il principale responsabile di tanti effetti terapeutici riscontrati nei recenti studi legati agli effetti della cannabis; rilassa, aiuta il sonno, allevia i dolori e viene spesso utilizzato anche in terapie piú serie.
E’ totalmente legale e nei fiori attualmente venduti in Italia é presente in alte percentuali.

Non è tutto oro quel che luccica

Alcune ditte, sia Svizzere che Italiane, hanno messo in vendita fiori dichiarando percentuali altissime di CBD (20-40%). Questo però senza mettere a disposizione del pubblico le regolari analisi svolte da laboratori italiani autorizzati, oppure mettendone in giro di fasulle o poco chiare, probabilmente pensando di aumentare il pubblico millantando di avere un prodotto migliore.
Sicuramente non una buona strategia commerciale per tutto il settore, ma soprattutto si crea ulteriore confusione in un ambito dove di confusione e disinformazione ce n’é giá tanta.

Leggiamo le analisi

La percentuale reale di CBD presente nei fiori attualmente in commercio, non supera la percentuale del 15-18%.
Infatti, anche in California, tra gli strain con piú alto CBD ne troviamo alcuni con un rapporto di THC:CBD di 1:20, quindi con 1% di THC si arriva ad avere 20% di CBD.

Essendo in Italia legale un tasso di THC al di sotto dello 0,5%,  il CBD puó arrivare al 8-15% massimo, a seconda dello strain.
Chiarito questo dobbiamo anche imparare come leggere le analisi.
Spesso sui siti che commercializzano cannabis legale viene mostrato un foglio con la percentuale di CBD e di CBDA e sotto la somma dei due come risultato del CBD totale, ma non è così che vanno calcolate le percentuali di CBD.

Il contenuto di cannabidiolo TOTALE va calcolato con questa formula;
CBD + (CBDA x 0,877)

 

Le percentuali dei cannabinoidi quindi non sono tutto e un buon fiore, pieno, compatto e ricco di terpeni spesso dice di piú di un foglio pieno di numeri, ma se ci tenete a capire e leggere le analisi che pubblichiamo su tutte le descrizioni dei nostri fiori di CBD, ora sapete come fare.

News e info

CBD e insonnia: funziona?

Sempre più persone, secondo recenti studi di mercato, assumono CBD in varie forme per combattere l’insonnia e dormire meglio senza dover ricorrere a farmaci o ingredienti chimici. Questa sostanza ricavata dalla canapa ha infatti proprietà calmanti e...

leggi tutto

Comprare semi cannabis online sicuro o no?

Ci capita di avere a che fare con clienti che sono dubbiosi rispetto all’acquistare semi e cannabis CBD online con carta di credito, per paura della tracciabilità, la loro domanda è: “ Comprare semi cannabis online sicuro o no? ”. Vogliamo rassicurarvi:...

leggi tutto

Cannabis legale: la cassazione si esprime

Cosa cambia dopo la sentenza della cassazione sulla cannabis light? La risposta a questa domanda sembra essere: niente, dopo la sentenza della cassazione la cannabis light rimane un argomento controverso. Al di là del battage mediatico seguito alla...

leggi tutto

Cannabis legale, sequestri e limiti THC

Un po' di chiarezza sui limiti del thc Come ormai da un anno a questa parte, ogni giorno ne sentiamo di nuove sulla situazione legislativa della Canapa in italia, sui limiti thc e sulle genetiche permesse. Vediamo di chiarire qualche punto; La legge...

leggi tutto

DA OGGI LA CANNABIS IN CANADA E’ LEGALE

Mercoledì 17 ottobre la vendita e il consumo a scopo ricreativo della cannabis in Canada sono diventati legali, il secondo stato al mondo ad applicare la piena legalizzazione dopo l’Uruguay (ma la California, dove è legale, è più popolosa dello stesso...

leggi tutto

Marijuana legale, quando è reato.

Una circolare del ministero dell’Agricoltura fa chiarezza: produrre e vendere cannabis legale in Italia è legale. La legge sulla possibilità di produzione e consumo di marijuana legale era già in vigore dal 2017, ma restavano molti punti da chiarire....

leggi tutto

Cosa sono i Terpeni?

I Terpeni sono una grande classe di composti organici presenti in natura; sono noti anche come isopreni e la loro struttura è basata su ripetizione di unità isopreniche (C5H8)x, con x>2. I Terpeni sono i principali costituenti della resina vegetale e degli...

leggi tutto

Cannabis nelle tabaccherie?

Riceviamo quotidianamente moltissime domande da parte di tabaccai e distributori per tabaccherie di diventare rivenditori dei nostri prodotti, in particolare dei fiori di "Cannabis Light". Siamo consapevoli del fatto che questo "nuovo business" stia...

leggi tutto
 

I prodotti a base di CBD disponibili su questo sito sono derivanti dalla coltivazione di Cannabis sativa L. Non sono farmaci, né possono essere usati in sostituzione di farmaci. Tenere lontano dalla portata di bambini. Sono vietati ai minori di 18 anni.
II prodotti non contengono ingredienti dannosi per l’uomo. Ai prodotti non è applicato il dpr 309/90, non trattandosi di sostanze stupefacenti o psicoattive in quanto il THC contenuto è inferiore allo 0,5% e ai 5mg per grammo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Continuando con la navigazione ne consenti l’uso.
Entrando accetti cookie policy, privacy policy, termini e condizioni di vendita, e dichiari di essere maggiorenne.